book

BOOK. FENOMENOLOGIA DI GRAND THEFT AUTO

Mimesis Edizioni has recently released Fenomenologia of Grand Theft Auto, an edited collection of essays about Rockstar Games' celebrated series.

Each episode of Grand Theft Auto raises crucial questions about the representation - or rather, simulation - of gender, sex, class, and race in digital environments; the relationship between playing and viewing (video games/game videos); the allegiances and clashes between the game industry, journalism, and fandom; the state of storytelling in the 21c and many more. This books is an attempt to map the field of GTA Studies, identifying key scholarly concerns, approaches, and analyses. Several contributions discuss the relationship between GTA, machinima, cinema, and video art.


Mimesis Edizioni ha recentemente dato alle stampe Fenomenologia di Grand Theft Auto, un volume antologico dedicato alla celebre serie di Rockstar games.

Grand Theft Auto è più di un videogioco: la popolare saga di Rockstar Games ha conquistato l'immaginario collettivo grazie a una magistrale riscrittura in chiave interattiva del crime movie e della narrativa pulp. Con cinque episodi all'attivo e oltre duecentocinquanta milioni di copie vendute negli ultimi vent'anni, Grand Theft Auto ha trasceso la sfera dell'intrattenimento. I vari capitoli - ambientati nelle repliche virtuali di metropoli come Los Angeles, New York e Miami - sollevano infatti questioni cruciali in merito alla rappresentazione della violenza, alla simulazione degli spazi urbani e alle politiche di gender. Fenomenologia di Grand Theft Auto esamina gli aspetti sociali, culturali e artistici della serie grazie al contributo di studiosi internazionali. Questa antologia di saggi porta in primo piano la complessità del testo videoludico e delle pratiche di consumo a esso associate. Due saggi in particolare - “Fronteggiare Fanon. Per una lettura degli aspetti neocoloniali di Grand Theft Auto V attraverso il machinima Finding Fanon II” di Steffen Krüger e “Camminare su una corda tesa sulla soglia della realtà virtuale: Il cinema di Phil Solomon in Grand Theft Auto” di Hava Aldouby - esaminano la complessa relazione tra videogioco, machinima, cinema e videoarte.

LINKFenomenologia di Grand Theft Auto (Amazon)

LINKFenomenologia di Grand Theft Auto (Mimesis)

BOOK: TRAVELOGUE

TRAVELOGUE is now available from Concrete Press.

TRAVELOGUE is a survey of audiovisual artworks made with or inspired by video games. Using machinima and interactive installations, fifteen artists examine the virtual automobile as medium, message, technological commodity, status symbol, interface, and prosthetics. Created through a process of appropriation and remix, these works lie at the intersection of fiction and documentation, performance and simulation, video art and experimental cinema.

This book is an extended catalogue of the exhibition TRAVELOGUE that I curated between September 7- 11 2016, in Mantua, Italy as part of Festivaletteratura 2016, featuring artworks by Max Almy and Teri Yarbrow, Hugo Arcier, Dave Ball, William Beaudine, Bob-Bicknell Knight, COLL.EO, Clint Enns, Matthew Hillock, JODI, Kristin Lucas, Victor Morales, Leonardo Sang, Palle Torsson. Available in bilingual edition (English and Italian) TRAVELOGUE is the follow-up to MACHINIMA. 32 conversazioni sull'arte del videogioco, which was released in 2017.

TRAVELOGUE is on sale on Blurb and Amazon US. It will soon be available on Amazon Italy.

TRAVELOGUE è una rassegna di opere audiovisive – machinima ed installazioni – realizzate per mezzo dei videogiochi. Quindici artisti internazionali esplorano l’automobile virtuale, ivi intesa come mezzo e messaggio, tecnologia e status symbol, interfaccia e protesi. Frutto di appropriazione e remix, queste opere si collocano all’intersezione tra narrazione e documentazione, performance e simulazione, videoarte e cinema sperimentale. Questo libro è il catalogo ampliato della mostra TRAVELOGUE curata da Matteo Bittanti nel settembre 2016) a Mantova, nell’ambito di Festivaletteratura 2016, con opere di Max Almy e Teri Yarbrow, Hugo Arcier, Dave Ball, William Beaudine, Bob-Bicknell Knight, COLL.EO, Clint Enns, Matthew Hillock, JODI, Kristin Lucas, Victor Morales, Leonardo Sang, Palle Torsson.