JOSEPH DELAPPE

JOSEPHDELAPPEMMF2019
NON FIcTION.png

ELEGY: GTA USA GUN HOMICIDES

game mod, live streaming, color, sound, variable duration, 2018. United States.

Elegy è una modifica di Grand Theft Auto V che visualizza attraverso il videogioco le statistiche dei decessi provocati dalle armi da fuoco negli Stati Uniti nel 2018, a partire dal primo di gennaio, utilizzando i dati ricavati dal Gun Violence Archive. Il numero complessivo di omicidi è aggiornato quotidianamente: le informazioni pubblicate sul sito forniscono il materiale grezzo per il progetto. Il “punteggio” parte da zero ogni mezzanotte fino a raggiungere l”’high score”. Al 4 luglio 2018 il numero di omicidi di armi da fuoco ha raggiunto quota 7.293, ma alla fine dell’anno toccherà probabilmente le 15.000 unità. Elegy è trasmesso in diretta su Twitch.tv ventiquattro ore al giorno fino al 4 luglio 2019, ed è accompagnato da una colonna sonora in loop, la prima registrazione radiofonica del brano di Irving Berlin, "God Bless America" (1918), nella versione cantata da Kate Smith nel 1938.

Elegy is a mod for Grand Theft Auto V that reenacts each day the total 2018 gun homicides since January 1st, 2018, as scraped from the Gun Violence Archive. Gun homicide totals since January 1st are revised daily on this website and then fed directly into the project – starting at zero at midnight, each day the new total body count since January 1st is reenacted in its totality and so on. As of July 4th, 2018 there were 7,293 gun homicides in the United States; by the end of 2018 this number will likely reach, probably, 15,000. The project is being live streamed on Twitch.tv and is accompanied by a looping soundtrack of the first radio recording of Irving Berlin’s “God Bless America" (1918) as sung by Kate Smith in 1938. Elegy is a pilot project to explore data visualization using computer gaming. The intention is to run the project 24/7 for the next year until July 4th, 2019.

L’ARTISTA

THE ARTIST

Joseph DeLappe è professore di Videogiochi e Media Tattici alla Abertay University di Dundee, in Scozia. Cimentandosi con il medium videoludico dal 1983, DeLappe ha realizzato opere e performance presentate in tutto il mondo. La sua pratica si colloca all’intersezione tra arte, tecnologia, attivismo e strategie interventistiche che mettono a fuoco la complessità dei contesti geopolitici. Nel 2017 ha ricevuto una Guggenheim Fellowship. Ha realizzato installazioni site specific per musei e istituzioni come Eyebeam a New York, il Guangdong Museum of Art, Cina, Transitio MX, Città del Messico e l'ICC Intercommunication Center, Tokyo. Le sue opere e interventi sono stati discussi su riviste scientifiche, libri e pubblicazioni a largo consumo. Nel 2006 ha avviato il progetto dead-in-iraq che consiste nel digitare consecutivamente tutti i nomi delle vittime militari americane dalla guerra in Iraq nel gioco di reclutamento online dell’esercito americano, America’s Army. Dirige anche il progetto iraqimemorial.org, un archivio online che documenta le migliaia di vittime civili della guerra in Iraq. Nel 2013, ha utilizzato una bicicletta appositamente modificata per tracciare con il gesso una linea sull’asfalto lunga seicentocinquanta chilometri attorno alla base Nellis Air Force Range per circoscrivere un'area sufficiente ampia per ospitare pannelli solari in grado di alimentare tutti gli Stati Uniti. Nel 2015 ha collaborato con il collettivo Biome Collection per lo sviluppo di Killbox, un videogioco multiplayer che esplora le complessità e le conseguenze della guerra telecomandata dei droni. Il progetto ha ricevuto una nomination nella categorie del “Miglior Gioco per PC” ai BAFTA Awards scozzesi nel 2016.

Joseph DeLappe is a Professor of Games and Tactical Media at Abertay University in Dundee, Scotland. Working with electronic and new media since 1983, his work in online gaming performance, sculpture, and electromechanical installation has been shown extensively throughout the world. DeLappe works at the intersection of art, technology, social engagement/activism, and interventionist strategies exploring various geo-political contexts. In 2017, he was awarded a Guggenheim Fellowship. His site specific installations have been exhibited at Eyebeam in New York, The Guangdong Museum of Art in China, Transitio MX in Mexico City, and the ICC Intercommunication Center in Tokyo. Creative works and interventions have been featured widely in scholarly journals, film documentaries, books, and in the popular media. In 2006, DeLappe began the project dead‐in‐iraq, to type consecutively all names of America's military casualties from the war in Iraq into the America's Army first person shooter online recruiting game. He also directs the iraqimemorial.org project, an online archive based on an open call for proposed memorials to thousands of civilian casualties of the war in Iraq. In 2013, he rode a specially equipped bicycle to draw a 460 mile long chalk line around the Nellis Air Force Range to surround an area that would be large enough to create a solar farm that could power the entire United States. In 2015 he collaborated with Biome Collection to develop Killbox, a two person shooter which explores the complexities and consequences of drone warfare. The project was nominated for the “Best Computer Game” category at the Scottish BAFTA Awards in 2016.